30 Settembre 2018

GABRIELA MENDES

GABRIELA MENDES

“ A  4 anni , ascoltando mia madre che cantava a casa ho scoperto il piacere della musica del mio Paese. Grandi musicisti come il violinista Malaquias venivano spesso da noi a fare le prove per suonare durante alcune serate culturali religiose.”

Gabriela Mendes ha cantato durante le notti di  “tocatina” in tutti i locali dell’isola di Capo Verde, ha partecipato a grandi Festival, in particolare quello di Santa Maria sull’Ile de Sal, e quello di Plaia Cruz , culla della Morna.
Gabriela
ha esordito in Francia il 15 Dicembre 2005 al China Club per presentare il suo primo disco “Tradicao”. Per noi è una diva in erba! Le opportunità di esibirsi all’estero sono rare , “ le mie isole sono lontane dal mondo”,ma la giovane donna che è già seria e profonda, medita a lungo sulla solitudine , sulla nostalgia, la “sodade”, sogna di trasmettere al pubblico di tutto il mondo la storia e le tradizioni di Capo Verde”

Gabriela Mendes è nata nel 1973 a Sao Vicente in una famiglia semplice. Suo padre è originario dell’isola di Boavista ed  e’ stato obbligato ad emigrare all’estero per mantenere la sua famiglia.   Sua madre è originaria dell’Isola di S. Nicolau e  i figli sono stati cresciuti nella casa di Sao Vicente.

Fin da piccola Gabriela è stata a contatto con la musica sia da parte di suo padre che suonava la chitarra, che da parte di sua madre che cantava durante le feste religiose. Molti musicisti frequentavano regolarmente la sua casa e Gabriela li osservava. Adorava guardare sua madre mentre cantava e l’ammirava moltissimo. Durante la sua infanzia Gabriela ha sentito profondamente la mancanza di suo padre; lui le scriveva molto spesso delle lettere e alcune  volte, ascoltando dei morna alla radio insieme a sua madre, piangeva di nostalgia sognando il suo ritorno.

Provenendo da una famiglia cattolica, a 6 anni entra nella Scuola Salesiana dove entra a far parte del coro di padre Cristiano le cui grandi  conoscenze musicali insieme al suo impegno affascinano la bambina. Padre Cristiano diventa una presenza importante per lei, trasmettendole una forte passione per il canto. A 15 anni Gabriela è già solista di un gruppo corale della parrocchia di Nossa Senhora da Luz a Sao Vicente.

Lei si ricorda della sua prima frustrazione : “Quando il Santo Padre Giovanni Paolo II è venuto a Sao Vicente , avevo preparato il salmo durante i due mesi precedenti: la messa sarebbe stata celebrata allo stadio davanti a 50.000 persone, ma la vigilia mi sono ammalata e all’improvviso sono rimasta senza voce…”

A 17 anni Gabriela viaggia attraverso il mondo (Svezia, Stati Uniti, Costa Rica , ecc.) e comprende per la prima volta la parola “Sodade – Nostalgia”. Lontana dalla sua terra e dalla sua gente, ma con il sogno di conoscere nuovi orizzonti. Ritorna due anni più tardi nel suo paese avendo appreso ad amare la sua terra.

Nel 1997 parte per l’Isola del Fuoco, dove le usanze e le feste tradizionali sono ancora molto presenti. Là scopre la solitudine, essendo la città molto calma. Entra in contatto con la natura dell’isola, allo stesso tempo mistica e accattivante. Può meglio analizzare il suo mondo interiore, vedere e comprendere ciò che avviene attorno a lei e sentire la necessità di esprimersi. La musica è l’unica forma che trova per liberarsi dai suoi interrogativi e ansietà. Inizia anche a scrivere delle poesie e a frequentare le notti della “ tocatina” a cui partecipa. Scopre anche il piacere di cantare le morna e le coladeiras, di condividere le emozioni con il pubblico e, lei dice, “ quando arrivavo a casa mi sentivo più ricca “.  In seguito erano gli stessi musicisti che la invitavano a cantare durante le  “tocatinas”  cantate di bar in bar durante tutta al notte.

Nel 1998 durante il concerto della cantante Cesaria Evora nell’Isola del Fuoco, Gabriela , meravigliata, decise di seguire il suo desiderio di diventare cantante e di entrare in contatto con il musicista Bau, a cui domando’ di farle lezioni di canto per migliorare la sua voce e allo stesso tempo di farla esibire in qualche concerto. Il musicista accettò e tornata a Sao Vicente Gabriela cantò nei bar e ristoranti dell’isola e durante i festival musicali del paese.

Nella sua carriera si è esibita in molti festival internazionali e in teatri prestigiosi come in Francia  (Nuits du sud ,Festival del jazz di Nizza, Barcelonette, Africajarc, Tissé Metissé).

USA ( Sob’s – New York, Yohis’s Jazz Club- san Francisco ). CANADA ( Nuits d’Afrique – Quebec).

Isole Canarie ( Café Atlantico – Fuerteventura) , Tunisia ( Musqat – Sidi Bou Said ), Paesi Bassi (Tropentheater – Amsterdam ) , Belgio ( Center for World Culture – Antwerpen ), Germania ( Afrikafestival- Stoccarda ,Afrofestival – Karlsruhe, Afro-Ruhr Festival – Dortmund, Afrokaribik festival – Bayreuth ), Austria ( Kammgarn- Har, Inatura – Dornbirn), Lussemburgo ( Sang a Klang, Kulturfabrik ), Svizzera ( Mahogany hall – Berna, Moods – Zurigo, Birds Eye – Basilea, Teatro Sociale – Bellinzona, Lugano Jazz Festival , Buskers Bern Street music Festival ), Spagna ( Festival Internacional da Lusofonia – Cantos na Maré- Galizia).

DISCOGRAFIA:

  • “TRADICAO “ 2005 –  registrato a Parigi – Francia , Studio Plus XXX
  • “ UM RENOVO MUSICAL” 2011 – registrato a Berkeley – California – USA
  • STEPHAN RIGERT’S TALKING DRUMS FEATURING GABRIELA MENDES” 2013- registrato dal vivo a Berna – Svizzera